lunedì 12 aprile 2010

'U cavaddru...


'U cavaddru e 'u camiddru(1)

«Camiddru, camiddru,
coddru tortu e immirutu,
'na scupitta(2) pi cudiddru,
e 'u mussu arripuddrutu.»

Diciva un cavaddru a un camiddru,
facennu, 'i du', un viaggiu nu desertu.
'U camiddru s'affriggiva dintra d'iddru,
arridennu 'u cavaddru si sintiva spertu.

«Camiddru, camiddru,
ha 'na panza quantu 'na vutti,
cu 'sta mascara di babbuliddru,
quannu camini fa arridiri a tutti.»


Strata facennu 'u suli forti picava.
'U cavaddru sintiva la stanchizza,
da mancanza d'acqua si lamintava,
e a picca a picca ci finì 'a spirtizza.

«Cavaddru, cavaddru,
ora finisti di fari 'u spertu,
i' cantu friscu comu un gaddru,
e tu mori di siti nu desertu.»


(Pino Bullara)

(1)"...dr..." va pronunciato come in inglese nella parola "dream".
(2) Scupitta= spazzola. (3) Arripuddrutu= rattrappito.


Filologia siciliana
Glossario siciliano


WWW.NELVENTO.EU


2 commenti:

antonietta ha detto...

bella...
la cosa + strana è che il tuo dialetto lo capisco, ma perchè tante U??
da che deriva?

Pino ha detto...

( Ero convinto di aver inserito il messaggio...
ma è sparito! Lo riscrivo.)

Grazie Anto!
La lingua italiana non deriva direttamente dal latino,
ma passa, anche, per il siciliano antico. La scuola poetica siciliana,
voluta da Federico II, utilizzava non il latino, ma il siciliano.
Le parole maschili singolari, di norma, terminano con "u"
perché derivano dall'accusativo singolare, che come sai,
in latino termina in "um"; in italiano, come in spagnolo, "u" è diventato "o";
in portoghese, poi, la forma scritta si è evoluta in "o",
mentre dal punto di vista fonetico, è rimasto "U":
per cui si scrive "porto" ma si pronuncia" portu" .
Il siciliano, essendo, prevalentemente, una lingua orale,
presenta molte contrazioni; la più comune si fa con gli articoli,
quindi gli articoli "lu, la, li" diventano " 'u, 'a, 'i ";
io per chiarezza premetto sempre il segno di elisione,
anche per distinguerli da altri monosillabi con significato diverso,
come la preposizione "a".
In merito, in appendice al mio libro "Immiruti"
ho inserito un glossario e delle pagine di filologia siciliana.

http://www.nelvento.eu/cenni.htm
http://www.nelvento.eu/glossario.htm
Cordialmente,
Pino